Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Cristo ci ha liberati perché restassimo liberi (Gal 5,1)

Inserito il 27 Febbraio 2011 alle ore 08:00 da Don Stefano Cannizzaro

Una cosa che mi ha sempre colpito leggendo le lettere di san Paolo è il coraggio e la libertà di questo grande apostolo. Un uomo capace di parlare con franchezza di fronte a tutte le situazioni.

Anche nella lettura che la liturgia ci presenta questa domenica, appare questa forza di Paolo: “A me importa assai poco di venire giudicato da voi o da un tribunale umano […] il mio giudice è il Signore!”.

Paolo sa che tutta la sua vita è legata in modo indissolubile all’amore di Cristo, e questo lo rende capace di essere superiore ai giudizi, alle critiche, alle fatiche che ogni comunità comporta.

Ci sarà un giudizio – questo Paolo lo sa – ma sarà il giudizio di Colui che ha dato la vita in croce per noi. Un giudizio che “manifesterà le intenzioni dei cuori”. Proviamo anche a noi a vivere con questa libertà che ci ha donato Cristo, perché solo così alla fine “ciascuno riceverà da Dio la lode”.

Don Stefano

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web