Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Nutri il tuo popolo con amore di Padre

Scritto il 26 Giugno 2011 07:46 da Don Danilo Barlese

La festa del “Corpus Domini” quest’anno ci raggiunge in estate. Anche sotto il sole cocente questo richiamo al dono decisivo dell’Eucarestia non diminuisce di fascino, di sorpresa.

E’ la gioia davanti alla decisione di Dio di rimanere con noi, di essere presente ogni giorno, di offrirsi a noi per sempre.

Non nascondo nemmeno “il timore e il tremore” davanti alla consapevolezza che quel Pane Eucaristico mi coinvolge, mi chiama a diventare “pane spezzato”. Pane spezzato per amore.

Penso che il vero momento di svolta nella mia vita riguardo alla scelta nei confronti di Gesù sia giunto quando ho iniziato “chissà per quale motivo” a partecipare a qualche Santa Messa feriale.

La celebrazione dell’Eucarestia con i suoi gesti essenziali, con la proclamazione di una Parola sempre “bella” e importante per la vita, la presenza di preti e di persone con cui scambiare due parole e un sorriso, l’occasione alla fine della Messa di “dare una mano”… ha suscitato in me il desiderio di essere presente a questa Presenza.

Il tempo trascorso in chiesa davanti all’Eucarestia o per la Santa Messa diventò sempre più un tempo “pacificato”, un tempo di vero riposo in cui ritrovavo i fili della giornata, lo sguardo per il futuro.

A ripensarci non c’era nulla di straordinario e in fondo l’appuntamento era ripetitivo… eppure quella semplicità, quella essenzialità, quell’incontro, quel pane spezzato, quel vino versato, quella Parola donavano luce e pace a tutto, in particolare ai miei limiti, alle mie paure.

Messa della Domenica e Messa feriale si “illuminavano” a vicenda e insieme donavano ritmo e senso alla vita in famiglia e con gli amici, allo studio, al gioco, alle fatiche e alle sofferenze.

Ecco perché è importante ricordare a tutti i cristiani la bellezza e il mistero dell’Eucarestia, anche in una festa con il sole di fine giugno.

Ma non c’è altro modo di cogliere la profondità dell’Eucarestia, di quel Pane silenzioso presenza reale di Cristo, se non partecipando ogni Domenica, se non fermandosi stupiti e affascinati lasciandosi coinvolgere da questo mistero d’Amore.

Ogni contemplazione è in vista poi di una azione.
Se avremo veramente incontrato la potenza dell’Eucarestia nessuna persona ci sarà estranea, tutto ci riguarderà, ameremo infinitamente questa Storia salvata dalla Pasqua, quella Pasqua che è “oggi” nella celebrazione eucaristica.

Don Danilo

L’ultimo saluto a Bepi

Scritto il 22 Giugno 2011 09:46 da Redazione Carpinetum

Domani alle 10.30 in chiesa celebreremo i funerali di Bepi Pistolato, l’organista e prima ancora amico che ha accompagnato all’organo le Messe e le celebrazioni degli ultimi 44 anni della vita della nostra comunità.

Tutti coloro che hanno vissuto a Carpenedo e frequentato la chiesa, chi si è sposato qui, chi ha fatto la Prima Comunione o la Cresima, tutti hanno ascoltato l’organo suonato da lui.

Chi lo desidera si unisca a noi, partecipando personalmente o con una preghiera di ricordo e di sostegno ai familiari.

Bepi Pistolato

Scritto il 19 Giugno 2011 11:53 da webmaster

Ai giornali lasciamo l’onere della cronaca, noi ti dedichiamo i ricordi e l’affetto per 44 anni vissuti insieme.

Santi Gervasio e Protasio, testimoni di un incontro decisivo

Scritto il 19 Giugno 2011 08:23 da Don Danilo Barlese

Le vicende della vita hanno portato Gervasio e Protasio a testimoniare il loro incontro con Cristo in una situazione che li portati al sacrificio della loro vita fisica.

Non meno delicata e drammatica, anche nel nostro secolo, è la vita quotidiana di tanti cristiani che desiderano vivere e celebrare la loro fede. Sono molti quelli che rischiano la vita nel momento in cui decidono di partecipare alla Santa Messa della Domenica.

Ringraziando il Signore nel nostro paese è possibile vivere con maggiore libertà la propria fede, il proprio credo religioso. Questo però non diminuisce l’urgenza di rendere testimonianza a Cristo con tutta la nostra vita. Essere testimoni di Cristo non può mai essere un atto per dimostrarsi migliori degli altri, più sapienti degli altri o peggio “contro gli altri”.

Essere testimoni di Cristo significa far toccare con mano la bellezza dell’incontro che sperimentiamo quotidianamente con il Signore Gesù, il Crocifisso Risorto.
Condividere con tutti la gioia della misericordia ricevuta, il senso liberante di una vita salvata dall’amore, la forza di un cammino vissuto in comunità cercando insieme le strade per compiere la volontà di Dio.

Anche le serate di una sagra parrocchiale possono essere l’occasione inventata dal Signore per incontrare qualcuno e raccontare la nostra Speranza, per lavorare insieme e testimoniare la decisività del perdono, per condividere una cena e scoprire i tanti doni che Dio ha posto nel cuore di chi siede accanto a noi, per incrociare sofferenze e trovare le strade per farci “prossimi”.

I santi martiri, patroni della nostra comunità, intercedano per noi e ci aiutino a rendere quella testimonianza che il Signore sta chiedendo oggi a ciascuno di noi, alle nostre famiglie per essere portatori di Speranza e Comunione valorizzando ogni seme d’amore attorno a noi e insieme annunciando con gioia il nome di Gesù come Salvatore e Redentore della nostra vita.
Buona festa a tutti!

Don Danilo

Daniele Schiavinato oggi fra noi!

Scritto il 16 Giugno 2011 05:13 da webmaster

Cari amici, vi avvisiamo che Daniele Schiavinato, il referente per il Kenya del Gruppo Missioni, sarà con noi oggi giovedì 16 alle ore 19.00 nell’ambito della sagra di Carpenedo.

Chi desidera avere notizie sui bambini può venire a trovarci.

Alla sagra: esperienza di incontro e di servizio

Scritto il 12 Giugno 2011 08:00 da Don Danilo Barlese

Carissimi/e,
la XIX edizione della Sagra di Carpenedo giunge nell’anno in cui si conclude la Visita Pastorale del Patriarca Angelo a tutte le parrocchie della Chiesa di Venezia e, attraverso anche il dono della visita di Papa Benedetto, si ravviva la passione in ogni comunità cristiana di vivere e testimoniare il Vangelo in questo nostro tempo.

Questo sguardo più ampio alla realtà dell’essere Chiesa dentro un territorio ci ha spinti a confezionare il “libretto 2011” della Sagra in modo particolare.

La Sagra di Carpenedo di metà giugno è preceduta e seguita da altre Sagre preparate con passione da altre comunità del nostro territorio. Molte di queste comunità sono legate tra loro non solo dalla stessa realtà sociale del quartiere di oggi ma anche dal percorso “storico” dell’annuncio del Vangelo che vede nei terreni occupati dalla chiesa dei Ss. Gervasio e Protasio il luogo in cui è nato il primo nucleo di famiglie cristiane già nell’anno 1000 in una zona ai confini di un immenso bosco che si estendeva da Aquileia a Ravenna ed era attraversato dalle strade romane.

Da questo primo nucleo e da quello della zona del castello di Mestre sono poi nate altre comunità cristiane. L’ampiezza del territorio e l’aumento della popolazione del secolo scorso hanno spinto prima e dopo la seconda guerra mondiale alla ulteriore suddivisione nelle attuali parrocchie. Un gruppo di parrocchie legate ad un medesimo territorio viene denominato “Vicariato”. Il libretto di quest’anno desidera presentare ad una ad una le parrocchie del vicariato di Carpenedo per ricordare questa storia comune, per far crescere il senso di Chiesa locale conoscendo la “bellezza” di ogni comunità, per rinnovare il desiderio di trasmettere con gioia il Vangelo per le strade del nostro mondo con un respiro sempre più universale.

Nel ringraziare i parroci e le persone delle altre comunità che ci hanno aiutato a “costruire” questo libretto vi invito di cuore alla “Sagra 2011” che continuerà a sostenere le spese necessarie al restauro della nostra chiesa. Un saluto e un grande grazie a tutti i volontari che troveremo in azione tra piatti, tavoli, musiche e giochi. Una preghiera per quanti tra noi vivono momenti di difficoltà e di sofferenza.

Don Danilo

La Sagra di Carpenedo, edizione 2011

Scritto il 6 Giugno 2011 05:42 da Redazione Carpinetum

Dal 15 al 20 giugno 2011 nei campi sportivi del patronato in via Manzoni 2 a Mestre si svolge la diciannovesima edizione della Sagra di Carpenedo.

Abbiamo pubblicato lo speciale Sagra 2011 con tutte le informazioni sul programma, gli eventi, i regolamenti, il bando per il concorso di scacchi, ecc.

E’ inoltre disponibile la copia PDF del volumetto che ogni anno la parrocchia realizza in occasione della sagra e che viene distribuito gratuitamente in forma cartacea presso la canonica ed i negozi del territorio parrocchiale.

“Io sono con voi tutti i giorni”

Scritto il 5 Giugno 2011 08:00 da Don Danilo Barlese

Il racconto del Vangelo ci mette volutamente davanti a questo apparente paradosso: negli stessi attimi in cui Gesù si prepara ad ascendere al cielo, sottraendosi agli sguardi degli apostoli, annuncia solennemente: “IO SONO CON VOI TUTTI I GIORNI FINO ALLA FINE DEL MONDO”.

Non solo Gesù, il Crocifisso Risorto, assicura di agire ancora per la salvezza ma anzi, proprio come conseguenza dell’Ascensione e dell’effusione dello Spirito, garantisce la sua PRESENZA nella vita di ogni discepolo e nella comunità nel suo insieme e perciò nella storia.

Gesù ascende al cielo, “l’umanità” entra per sempre nel cuore della Trinità e nello stesso tempo la Santissima Trinità “abita” nel cuore di ogni battezzato per la salvezza di tutti gli uomini.

La PRESENZA di Gesù nella mia vita non è una presenza stile “soprammobile”. Ogni persona presente accanto a me e a maggior ragione “la persona di Gesù” è una presenza che mi coinvolge, che mi spinge ad uscire da me stesso, che mi chiama all’ascolto, al dialogo, alla risposta. Quanto qui mi lascio coinvolgere dalle “presenze” donate alla mia vita, tanto più comprendo chi sono io e colgo che il senso della vita è appartenere a qualcuno, consegnarsi per amore a qualcuno.

Così ha fatto Gesù quando “si è consegnato nelle nostre mani” nella notte della Passione e quando “si consegna nelle nostre mani” nel momento della Santa Comunione.

E’ una presenza che non mi può lasciare indifferente. Come ogni incontro vero mi chiama ad “andare oltre”, mi chiama ad amore sempre più grande. Mi chiama ad andare oltre testimoniando a tutti questa Presenza di Colui che è asceso alla destra del Padre.

Sono certo che Domenica scorsa questa infinita presenza d’amore il Signore l’ha fatta percepire ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze che hanno ricevuto i Sacramenti anche attraverso la presenza di adulti che hanno mostrato la gioia di cantare con loro la bellezza di Dio, la gioia di affidare a Dio anni di cammino e di “presenza” accanto a loro. Ora il cammino continua ma non senza una loro risposta e una nostra testimonianza ancora più forte.

Don Danilo

Gente Veneta sul nuovo incarico di don Danilo

Scritto il 3 Giugno 2011 01:21 da Redazione Carpinetum

Gente Veneta ha pubblicato un bell’articolo che spiega in modo dettagliato in cosa consisterà il nuovo incarico di don Danilo. Ne consigliamo la lettura per meglio comprendere quale prezioso ruolo egli svolgerà nella Curia veneziana.

Attività del mese di giugno al Ritrovo degli anziani

Scritto il 2 Giugno 2011 07:55 da Redazione Carpinetum

Ecco le attività del mese al Ritrovo degli anziani:

  • Giovedì 2 giugno: Festa della Repubblica (chiuso). La consueta tombola viene programmata per Sabato 4 giugno.
  • Sabato 11 giugno: Chiuso.
  • Sabato 18 giugno, ore 16.00: Festa dell’Anziano, in piena sagra, presso la sala Papa Giovanni Paolo II.
  • Sabato 25 giugno, ore 16.00: Gran concerto musicale (presenteremo in seguito il programma.

Nota bene: Il Ritrovo rimarrà aperto tutto il mese di giugno, con le normali attività (Tombola, Taglio & cucito, Maglieria).

Riprenderà in pieno l’attività
Domenica 4 settembre

BUONE FERIE ! ! ! ovunque voi andiate ! ! !