Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Lettera Aperta del 2/12/2012

Scritto il 30 Novembre 2012 04:11 da Redazione Carpinetum

Pubblicata anche online Lettera Aperta di questa settimana, la trovate nell’archivio.

Come sempre, se volete discuterne i contenuti potete farlo commentando questo post. Ogni messaggio, positivo o di critica costruttiva, sarà tenuto in considerazione!

Sante Messe per i defunti delle vie della parrocchia (26-30/11/2012)

Scritto il 26 Novembre 2012 08:00 da Redazione Carpinetum

Durante il mese di novembre alla Santa Messa delle ore 18.30 saranno ricordati i defunti delle famiglie abitanti nelle varie vie della parrocchia. Questo il calendario della settimana:

  • Lunedì 26: via Turr, viale Garibaldi, piazza Carpenedo
  • Martedì 27: via Poste Nuove, rotonda Garibaldi
  • Mercoledì 28: vie Bixio, Cavalletto, Nievo, Grimani
  • Giovedì 29: vie del Parco, Trezzo, S. M. dei Battuti
  • Venerdì 30: via S. Donà

Per fortuna viene il giudizio di Dio

Scritto il 25 Novembre 2012 07:43 da Don Gianni Antoniazzi

Oggi si celebra Cristo, condannato dalla storia umana, ma Re e Giudice dell’universo. Sembra un mistero spaventoso ma é pieno di serenità.

La vita cristiana è un fallimento se alla fine non ci fosse il trionfo di Cristo; il cammino di Avvento ci prepara non solo alla prima venuta di Gesù (il Natale) ma anche a quella gloriosa alla fine dei tempi. A noi non basta che prima o poi qui in terra ci sia pace e giustizia: desideriamo questi doni per le generazioni di tutti i tempi: ce li può dare solo un giudizio conclusivo, appunto quello del Messia Risorto.

Da parte mia per certi aspetti temo il giudizio degli uomini: è segnato da rabbia, rancori, egoismo e fragilità. Non ho mai avuto paura però del giudizio di Dio. Lui ci conosce nell’intimo, come un Padre, non pesa solo i nostri risultati, guarda anche alle nostre intenzioni, non tiene conto degli sbagli, ci offre sempre la sua misericordia. Davvero il giudizio di Dio è la tappa che ogni uomo potrebbe desiderare: in un abbraccio d’Amore verrà alla luce, la verità più bella e profonda di ciascuno.

In quel giorno si respirerà soltanto aria di misericordia: chi però non avrà usato pietà e indulgenza dovrà temere quell’ora. Quell’atmosfera infatti sarà per lui un veleno di morte eterna. Non per una qualche cattiveria di Dio, ma per la chiusura del cuore orgoglioso.

don Gianni

Lettera Aperta del 25/11/2012

Scritto il 23 Novembre 2012 06:43 da Redazione Carpinetum

Pubblicata anche online Lettera Aperta di questa settimana, la trovate nell’archivio.

Come sempre, se volete discuterne i contenuti potete farlo commentando questo post. Ogni messaggio, positivo o di critica costruttiva, sarà tenuto in considerazione!

Sante Messe per i defunti delle vie della parrocchia (19-23/11/2012)

Scritto il 19 Novembre 2012 08:00 da Redazione Carpinetum

Durante il mese di novembre alla Santa Messa delle ore 18.30 saranno ricordati i defunti delle famiglie abitanti nelle varie vie della parrocchia. Questo il calendario della settimana:

  • Lunedì 19: vie Ca’ Rossa, via dei Pini
  • Martedì 20: via Oberdan
  • Mercoledì 21: vie Miraglia, Baracca, Sagredo
  • Giovedì 22: vie Rismondo, Negri
  • Venerdì 23: vie del Rigo, Manzoni

Guardare al Natale in tempo di crisi

Scritto il 18 Novembre 2012 08:00 da Don Gianni Antoniazzi

È già iniziata ormai la frenetica attività commerciale in vista del Natale. In tempo di crisi abbiamo l’occasione per prendere le distanze dalla mentalità dello spreco.

L’attuale situazione economica può essere un’occasione felice per scoprire un uso migliore dei beni materiali e per andare alla radice del Natale che ci sta davanti. Vivere in sobrietà sarebbe un segno di giustizia prima ancora che di virtù (mons. Tettamanzi). È la capacità di accontentarsi di quanto si ha e di non sprecare. È anche un modo di vivere che distingue le necessità autentiche da quelle false, evita gli eccessi, sa dare il giusto peso alle cose e alle persone. Significa accettare un limite, sapere che tutto ciò che la mia possibilità tecnica ed economica mi consente di ottenere, non sempre deve entrare in mio possesso. Sobrietà é anche riconoscere il legame con le generazioni che ci hanno preceduto e con quelle che verranno. Ci prepariamo a contemplare un bambino nato nell’essenzialità totale. Quale migliore occasione per creare in noi un clima di sobrietà?

don Gianni

Lettera Aperta del 18/11/2012

Scritto il 16 Novembre 2012 06:36 da Redazione Carpinetum

Pubblicata anche online Lettera Aperta di questa settimana, la trovate nell’archivio.

Come sempre, se volete discuterne i contenuti potete farlo commentando questo post. Ogni messaggio, positivo o di critica costruttiva, sarà tenuto in considerazione!

Sante Messe per i defunti delle vie della parrocchia (12-17/11/2012)

Scritto il 12 Novembre 2012 08:01 da Redazione Carpinetum

Durante il mese di novembre alla Santa Messa delle ore 18.30 saranno ricordati i defunti delle famiglie abitanti nelle varie vie della parrocchia. Questo il calendario della settimana:

  • Lunedì 12: via Montegrotto
  • Martedì 13: vie Montemerlo, Monte Berico, Venturi, Fridati, Jacopo Rossi e Dri
  • Mercoledì 14: via Passo Falzarego
  • Giovedì 15: via Cadore
  • Venerdì 16: vie Nuova, Sappada e Lorenzago

Prendiamo le distanze dal fenomeno Sicilia

Scritto il 11 Novembre 2012 07:46 da Don Gianni Antoniazzi

Preti e Chiesa non devono fondersi con la politica. Al rovescio è fecondo un distacco che aiuta la realizzazione di ciascuno. Ma, come cittadino, lasciatemi libertà di pensiero.

Voglio essere sacerdote di tutti e conservare la giusta distinzione fra vita di fede e attività civile, giustamente laica. Senza fare nomi di sorta esprimo però la mia viva preoccupazione per l’esito delle votazioni in Sicilia. Più del 50% non ha votato. Degli altri molti hanno fatto crescere un voto di protesta.

Vi dico le mie convinzioni più radicate: l’arte politica, il servizio al bene comune, resta per me l’espressione della più vasta carità fraterna. In questo momento storico, coperto di scandali, è necessario che alcuni uomini capaci, ispirati dal Vangelo e con libera coscienza, sostengano il timone della polis. Ma è anche doveroso che tutti i cristiani sentano il dovere di partecipare alla vita pubblica, almeno con l’espressione di un voto responsabile.

Gli araldi di sventura non giovano né al Vangelo né alla società. Nella Scrittura Divina la parola dei profeti edifica e sostiene, rincuora e protegge: l’uomo di Dio non è un contestatore sterile, che abbandona il popolo nelle difficoltà: quando viene la fatica mantiene il proprio posto e paga per il bene di tutti. Oggi non abbiamo bisogno di contestatori apocalittici né di venditori di fumo ma di persone capaci di umanizzare l’uomo proponendo iniziative costruttive a vantaggio del bene comune. Per queste ragioni mi spaventerei se, giunte per noi le votazioni, dovesse prevalere l’astensionismo o salire solo un voto di protesta: sarebbe un ulteriore segno di barbarie che avanza.

il parroco

Lettera aperta dell’11/11/2012

Scritto il 9 Novembre 2012 02:42 da Redazione Carpinetum

Pubblicata anche online Lettera Aperta di questa settimana, la trovate nell’archivio.

Come sempre, se volete discuterne i contenuti potete farlo commentando questo post. Ogni messaggio, positivo o di critica costruttiva, sarà tenuto in considerazione!

« Articoli precedenti