Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Un gesto che spiega tanto Carpenedo

Inserito il 29 Aprile 2012 alle ore 08:00 da Don Gianni Antoniazzi

Bisogna riconoscere che accanto a coloro che rovinano incessantemente il tessuto di questa società c’è gente sana, dal cuore grande e generoso.

La scorsa settimana abbiamo scritto su “lettera aperta” del furto ai Centri don Vecchi: notte tempo alcuni avevano rubato la cassaforte con 10.000 euro. Era rimasto l’amaro in bocca e la cosa sembrava finita lì.

Invece non abbiamo neppure fatto in tempo a diffondere la notizia che subito una persona della parrocchia (anonima) si è presentata in canonica con un assegno da 10.000 euro per riparare alle conseguenze del furto.

Scrivo volentieri queste righe perché il fatto rende testimonianza di molteplici valori. Attesta la fiducia per quanto si scrive su “lettera aperta”, indica la stima per il lavoro compiuto dalla parrocchia e da don Armando nella cura per gli anziani, e, soprattutto, dice che la società non coincide col marciume spesso descritto nella stampa. C’è gente di cuore, intelligenza, attenzione e generosità. E non parlo solo di chi ha offerto la somma di denaro, ma di una schiera innumerevole di persone che, in silenzio e talora nell’incomprensione, continuano a cercare il bene dei fratelli senza risparmiare tempo ed energie. Sono questi che costruiscono il vero tessuto sociale capace di superare ogni crisi.

don Gianni Antoniazzi

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web