Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

La Fede e libertà umana

Inserito il 21 Ottobre 2012 alle ore 08:00 da Don Gianni Antoniazzi

Ideologie e sistemi politici, anche moderni, dicono di cercare libertà: in realtà manovrano la vita personale. La fede in Cristo è diversa.

A mio parere c’è un principio evidente: le forze che si sono alternate nel governo della storia, hanno sempre finito per limitare la libertà dei giusti. Così pure le ideologie del passato hanno mostrato di non gradire l’altrui libertà di pensiero. La fede in Cristo cammina per strade diverse. Al giovane ricco che domanda di avere la vita eterna, Gesù risponde: “Se vuoi, va’, vendi, poi vieni e seguimi”. Quell’inizio è fondamentale. Il “se vuoi” regola il rapporto fra Dio e l’uomo: la fede è una proposta libera che domanda l’adesione volontaria di ciascuno.

Di più. Abbracciata la fede, la libertà cresce perché troviamo il perdono di Dio e siamo sollevati da tanti sbagli passati. Così, chi cammina nella fede, sente crescere man mano la propria libertà. Gli dei creati dalle mani umane, siano essi poteri di governo o ideologie filosofiche, piaceri della carne o dipendenze di varia natura, funzionano alla stregua del vitello d’oro (Libro dell’Esodo): chiedono di essere portati a spalla dal popolo. E rendono l’uomo sempre più servo.

Ecco a mio parere un indizio pesante per riconoscere la verità del Vangelo. Esso è la proposta più avvincente e completa, adatta ad ogni uomo. L’opera umana non ha mai fatto nulla di simile. Vale la pena rifletterci con la dovuta attenzione.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web