Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Quando un aiuto ci rovina

Inserito il 2 Dicembre 2012 alle ore 08:00 da Don Gianni Antoniazzi

Nella storia, anche recente, ci sono esempi di aiuti che alla fine si rivelano rovinosi per chi li riceve. Dio non fa così: a Natale ci tende la mano ma ci lascia responsabili degli eventi.

Anni fa è arrivato il contributo europeo per i pannelli solari. Soprattutto al sud molti ne hanno profittato ma alcuni, col guadagno facile, hanno abbandonato la coltivazione di uliveti centenari. Finiranno i contributi e intanto i campi saranno andati in malora. Per anni ci hanno permesso di acquistare a rate. Adesso la cuccagna è finita. Abbiamo le case piene di cianfrusaglie (superate!) ma il conto in banca ci rende schiavi.

È cosa buona ricevere un sostegno: purché non diventi la nostra sventura.
Certe eredità hanno reso molle la vita dei giovani. In certi casi i missionari hanno visto che l’aiuto economico ai bisognosi favoriva la pigrizia piuttosto che la crescita. Ragionamento analogo dovremmo fare per certi genitori: per troppa protezione hanno guastato i figli. E qualche volta mi domando se anche lo Stato, col sacrosanto obbligo della scuola, non abbia invece rovinato la passione dei giovani per la sapienza.

Veniamo a noi. Presto celebreremo il Natale. Con la sua nascita Dio ci ha salvati: ha assunto la nostra natura per distruggere la morte. Ma il Natale non ci ha tolto la responsabilità di guidare la storia secondo i valori del Vangelo. Dio non si è sostituito a noi, ha preso la nostra mano per guarirla non per tagliarla. Non prendiamocela con il Signore se il male ci è ancora davanti. Sta a noi adesso vivere da persone.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web