Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Fu vera gloria?

Inserito il 13 Ottobre 2013 alle ore 13:00 da Plinio Borghi

Fu vera gloria? Ai posteri l’ardua sentenza, disse il Manzoni. Potremmo dire altrettanto a fronte dei fatti che ci stanno accompagnando in queste settimane. Un Berlusconi sempre protagonista, sempre sulla bocca di tutti (ma come faranno i suoi detrattori quando non sarà più sulla scena, avranno argomenti o, presi da nostalgica tristezza, rimesteranno nel passato?), un Berlusconi che si sente martire e difensore della libertà e dell’Italia, che tiene tutti sul filo col suo andirivieni sulla fiducia, che se lascia il campo lo farà da perseguitato. Un Governo Letta che annaspa per togliersi dalla palude di chi l’ha preceduto e dove s’è trovato catapultato da insolite circostanze. Un’ecatombe di fuggiaschi del terzo mondo, che continuano ad evadere da situazioni assurde affrontando il mare in condizioni precarie e che tuttavia preferiscono il rischio di morte alla vita nei luoghi d’origine. Noi, che cerchiamo di o siamo costretti ad essere accoglienti, con alle spalle un’Europa indifferente (a partire da Malta) e pronta alla critica. “Italian, very nice people” ha esclamato sorridendo soddisfatta una rifugiata intervistata. Sì, italiani brava gente (malgrado improprie leggi sull’immigrazione, inefficaci e puntualmente disattese), ma ”quo usque tandem?” direbbe Cicerone, fino a quando abuseranno della nostra pazienza? è da sempre che siamo famosi nel mondo più per le cose positive che per quelle negative come le mafie e la malavita. Ciò nonostante di gratitudine non c’è traccia o meglio talvolta ti arriva proprio da dove meno te l’aspetti. Dovremmo esserci abituati, visto che è così dalla notte dei tempi. è capitato anche a Gesù, che oggi guarisce addirittura dieci lebbrosi e solo uno, e peraltro samaritano, è tornato a ringraziarlo. Il Maestro stesso si meraviglia: “Non sono stati guariti tutti e dieci? E gli altri nove dove sono?” Probabilmente anche quei nove saranno stati poi assieme a quelli che avrebbero gridato: “Crucifige!”, alla faccia della riconoscenza. Meglio non prendersela più di tanto. Attenti piuttosto alla carità pelosa o a tentativi di speculazione, sempre latenti nell’emergenza. Verremo giudicati non solo per quello che avremo fatto, ma anche per come e la salvezza verrà dalla gratuità. Ai posteri l’ardua sentenza…

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web