Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Ci mancavano, i “Forconi”…

Scritto il 22 Dicembre 2013 01:04 da Plinio Borghi

Ci mancavano, i “Forconi”. Nemmeno il tempo di decantare le kermesse precedenti, che il 9 dicembre parte questo movimento non meglio definito e che “allieterà” il rimanente periodo natalizio. Mi si perdoni la diffidenza, ma l’accozzaglia di problemi e rivendicazioni presenti in questa “nuova” compagine mi richiama alla mente ricordi di “maggioranze silenziose” e di movimento “dell’uomo qualunque” di vecchia data. Il fatto poi che abbiano riscosso le immediate simpatie, magari strumentali, di qualche Beppe Grillo di turno, affiancato da un Berlusconi nuova versione e dalla Lega, con sporadiche infiltrazioni di gruppi di estrema destra, mentre brillano per la loro assenza i facinorosi classici come i No global e i Black-block, m’istilla il dubbio sulla genuinità di queste esplosioni di protesta “a tempo”. In tale frastuono, riusciremo ad accorgerci del rinnovato connubio tra cielo e terra, mentre questa si apre ad accogliere il Giusto, come recitiamo nell’Antifona d’ingresso della quarta domenica d’Avvento? Avremo la concentrazione sufficiente per contemplare il mistero della nascita di Gesù, per renderci conto che l’Emmanuele, il Dio con noi, è già qui? Beh, non facciamoci venire paturnie per niente. Già ai loro tempi Maria e Giuseppe avevano le loro gatte da pelare e ci si sono messi anche i Romani col censimento a complicare la situazione. Insomma l’ingresso in questo mondo del Salvatore non è avvenuto nelle condizioni migliori, anzi, con tutto il bailamme che c’era, si sono ridotti a far luogo all’evento in un recondito quanto raffazzonato ambiente che qualsiasi ULSS non avrebbe esitato a stigmatizzare. Eppure nulla è passato inosservato. Ci hanno pensato gli Angeli ad avvertire i pastori, la stella cometa a condurvi i Magi e lo stesso Erode a compiere una strage d’innocenti per togliere di mezzo questo bambino scomodo. Se oggi Gesù accetterà di nascere in un mondo pervaso da guerre inutili, tra popoli che si odiano, tra gente che protesta e altra indifferente non ci sarà nulla di sconvolgente. Speriamo solo che ancora una volta gli Angeli facciano il loro dovere e lo annuncino a tutti, suscitando la fede necessaria e reclamando la PACE a tutti gli uomini di buona volontà. BUON NATALE!

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web