Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Ahimè, Venezia affonda

Scritto il 22 Giugno 2014 08:00 da Don Gianni Antoniazzi

Dante scrisse della sua città: “Fiorenza mia,   (…)  a mezzo novembre non giugne quel che tu d’ottobre fili”. (Purgatorio VI)

“Firenze mia, non giunge a metà novembre quello che tu tessi a ottobre”.

Le celebri parole della Divina Commedia pensate per la Firenze del 1200 calzano per la nostra Venezia attuale. Che amarezza constatare la fragilità di molti passaggi politici, sempre che i giornali ci riportino correttamente i fatti. E che sconforto sentire la rabbia della gente quando invece il Vangelo ci ammonisce che nessuno è perfetto davanti a Dio e se non ci convertiamo periremo tutti allo stesso modo. Cominciamo dunque ad essere attenti prima alle nostre colpe. Lasciatemi solo una considerazione. Orsoni ha concluso con una condanna a 4 mesi e la condizionale. Dunque: perché mai una gogna mediatica in tutta Europa? Per 4 mesi? E perché i magistrati gli hanno dato gli arresti preventivi se in pochi giorni Orsoni ha poi dimostrato la leggerezza di molte accuse?  È proprio vero che a nessuno oramai interessa né il processo, né l’esito finale né tantomeno la verità. è fondamentale vincere il processo mediatico. Per la fama e qualche voto si è disposti a svendere la giustizia.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web