Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Dove nascerai, Gesù?

Inserito il 24 Dicembre 2014 alle ore 11:42 da Plinio Borghi

È la domanda con la quale
ci interpelli ogni anno,
ma allo stato attuale
non sapremmo risponderti.
Il mondo in subbuglio,
le famiglie alla deriva non fanno
che turbarci e confonderci.
Fosse per me porrei la tua culla
a Peshawar e ti circonderei
di tutte quelle giovani vittime
della follia fratricida. Pure a casa di Loris proverei o nella cella
della povera madre presunta omicida;
in casa di tutte le madri mancate,
di quella ch’eliminò il figlio malato,
di donne uccise dal compagno lasciato.
Le tue culle distribuirei
nelle zone travagliate e brulle
infestate dall’ISIS, dove ancora
s’uccide in nome di Dio. Allora
potresti tornare in Palestina,
la tua terra tormentata e martoriata.
Ma la tua nascita è subito reclamata
dove la strage di studenti Yemeniti
ha sferzato famiglie o in Nigeria
dove cristiani e in genere credenti
sono in balia di esaltati perdenti.
E come trascurare la Liberia
da ebola tanto assalita e flagellata?
Un sollecito molto intrigante
arriva anche da Cuba, finalmente
liberata dall’embargo pesante
che l’aveva prostrata, resa indigente.
Però c’è anche un’Italia che t’aspetta,
da scandali, crisi e ruberie interdetta:
EXPO a Milano, a Venezia MOSE
e a Roma non son certo rose.
Se poi ci si mette il condizionamento
di un calo di fede, la paura
d’immigrazione incontrollata
e insicurezza tal da veder rifiutata
In classe del presepe la figura,
il quadro è completo. O Gesù,
troppa carne ho messo al fuoco
e temo d’averti confuso di più.
Forse mi suggerirai una soluzione
per la quale ci vuol poco:
“Comincia a farmi nascere
nel tuo cuore. Tutto il resto
farà l’amore”.

BUON NATALE!

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web