Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

La ZTL va cambiata quanto prima

Inserito il 1 Luglio 2015 alle ore 19:15 da Don Gianni Antoniazzi

La zona a traffico limitato di Mestre, così com’è adesso, non giova a molto. Né ai residenti né al Comune di Venezia. Va rivista quanto prima. Guai ad averne una qui!

In campagna elettorale il sindaco Brugnaro ha scritto nel programma di eliminare la Zona a traffico limitato in centro a Mestre. Qualche giorno fa, sui giornali, qualcuno ha rilevato che la ZTL non si può toccare perché assicura al comune 2 milioni di euro l’anno grazie alle contravvenzioni. Non interessa dunque il benessere della gente o la qualità di vita al centro. Non importa se l’area circostante Piazza Ferretto sta diventando uno spazio per nullafacenti e malviventi. Non interessa se gli anziani temono di uscire di casa e i giovani vanno a vivere altrove. L’importante è assicurare un’entrata al comune! Un’entrata teorica, tra l’altro, perché si dice che pochi paghino, vista la crisi. Ma il Comune guadagna di più con le multe oppure restituendo nuova vita a Mestre e alle sue attività, anche economiche? Da questo sindaco, imprenditore capace, i cittadini attendono un’idea brillante per sollevare in fretta le sorti del centro. Nelle sue cose Luigi ha mostrato vivacità e bravura: 750 dipendenti e centinaia di milioni di fatturato all’anno. Quella stessa genialità è attesa dal bene comune. Non serve togliere i luoghi d’incontro che sono fondamentali alla città. È necessario però proporre al più presto nuova linfa a Mestre anche attraverso una nuova viabilità più dinamica. Tuttavia, se ai residenti del centro piace la ZTL non obietto in alcun modo. Qui a Carpenedo, però, conosco il pensiero della gente. Ogni tanto qualcuno propone l’idea di istituire una zona a traffico limitato in parrocchia. Non è proprio il caso: decreterebbe la morte del quartiere.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web