Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Gioia e fatica del Natale

Inserito il 14 Dicembre 2016 alle ore 18:54 da Don Gianni Antoniazzi

A Betlemme Dio adotta l’umanità e l’uomo accoglie il Signore fra le braccia. La questione dell’ospitalità è oggi come un nervo scoperto di un dente. Consideriamo quel che Dio ha fatto per noi

Il 25 dicembre si avvicina e nascendo fra noi Dio supera la grande differenza fra l’infinito e la fragilità. Lo fa per amore e ci salva. La risposta non è lusinghiera: generalmente la nostra tenebra respinge la luce. Il dramma dell’accoglienza si consuma in molti modi. Ci sono gli extracomunitari rifiutati; il problema dei cristiani martiri per integralismo. A Udine la scorsa settimana una figlia è stata picchiata dai genitori e allontanata dalla famiglia perché si toglieva il velo islamico  quando  entrava in classe. La lista è lunga. Qui mi preme dire che su questi argomenti le parole non giovano a molto. Ci si accoglie solo al duro prezzo della croce. Per venirci incontro Gesù è salito sul Calvario. Per generare i figli alla vita i genitori devono ri-compiere il cammino della loro crescita. Il Padre misericordioso della parabola sacrifica il vitello grasso. Noi abbiamo riempito la festa di zucchero, ma a Natale Dio nasce a “caro prezzo”. Pensare di risolvere i problemi con le sole buone intenzioni non ci porterà lontano.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web