Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Un corso per sposarsi

Inserito il 18 Ottobre 2017 alle ore 19:39 da Don Gianni Antoniazzi

Nella nostra comunità tante realtà sono ripartite e adesso è il momento di annunciare una delle iniziative più feconde: il corso fidanzati. Per coltivare il senso delle nozze cristiane.

Qualcuno sostiene che fino alla fine degli anni Ottanta molte coppie si sposavano in chiesa, indotte a questo passo dai genitori o dalla tradizione. Di fatto, e fino alla metà degli anni Novanta, il numero dei matrimoni era elevato e ci si doveva prenotare in largo anticipo per sperare di trovare posto in questa chiesa.

Poi abbiamo assistito al declino: tanto rapido quanto difficile da spiegare. Pare che il matrimonio, così come era vissuto, fosse oramai una specie di palcoscenico, privo di una vera e propria convinzione profonda. Crollato il palco non è rimasto niente, se non la voglia di seguire i sentimenti personali. Per molti anni anche in questa parrocchia abbiamo avuto poche celebrazioni, riservate per lo più a qualche coppia maturata in seno alla comunità cristiana.

Finalmente in quest’ultimo periodo c’è stata una certa ripresa. Per carità, l’incremento è stato lieve e non basta una rondine per far primavera. C’è però una nuova consapevolezza: chi chiede il matrimonio non intende dare un tributo alla tradizione, ma lo immagina come una ricchezza per il rapporto di coppia. Si avverte che la decisione è profonda e matura. In molti casi fiorisce dalla fede. Quasi mai è dettata dall’ossequio verso la madre della sposa, che pure mantiene un ruolo importante. Molti cercano una proposta definitiva, fedele, aperta alla vita, secondo la visione del Vangelo.

Per coloro che dunque volessero approfondire la proposta cristiana dell’amore o avessero l’idea di sposarsi entro il prossimo anno, c’è un corso per fidanzati che inizia a gennaio, sarà di sabato sera, alle 20.45, insieme alle coppie delle parrocchie vicine. Le indicazioni sono all’interno di Lettera aperta di questa settimana.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web