Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

La Madonna della salute

Inserito il 15 Novembre 2017 alle ore 18:32 da Don Gianni Antoniazzi

Il pellegrinaggio del 21 novembre non è scaramanzia né magia. Non si accende un cero per assicurarsi il benessere. Si riconosce piuttosto che la salute è un dono di Dio da offrire agli altri finché non sarà compiuto il nostro tempo.

Fin dal 1631 la Serenissima Repubblica di Venezia ha celebrato un pellegrinaggio alla Madonna della Salute per ringraziare il Signore del dono della vita, dopo la celebre peste che decimò la popolazione (quella dei promessi Sposi, per intendersi).

Il pellegrinaggio alla basilica ha luogo il 21 novembre e ancor oggi si celebra spontaneamente non solo in città, ma anche a Trieste e in numerosi paesi dell’antica Repubblica: nell’Italia, in Istria, in Dalmazia e perfino in alcune isole greche.

La Serenissima, infatti, per permettere alle popolazioni distanti dalla Capitale di osservare l’impegno promesso, favorì la costruzione in tutto il territorio di santuari dedicati alla Madonna della Salute, che ancor oggi, come a Venezia, sono meta di pellegrinaggi.

Anche in questa chiesa di Carpenedo viene allestito un altare con l’icona della Vergine davanti alla quale è possibile rendere grazie per la salute ricevuta e supplicare il Signore perché ci aiuti a farne dono ai fratelli, finché non sia compiuto il tempo del nostro pellegrinaggio. È questa la vera salute, per tutta la persona, a livello fisico e spirituale.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web