Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Una forza rigenerante

Inserito il 20 Maggio 2018 alle ore 09:39 da Plinio Borghi

Una forza rigenerante, chi non la desidera? Forse soltanto da molto giovani non ci si pensa più di tanto, ma non appena si affacciano i primi problemi e le preoccupazioni cominciano a logorare la nostra normale esistenza, è da persone responsabili ricercare i modi migliori per porvi rimedio. Allora, se si tratta di sola tensione fisica ci si affida alle varie attività sportive per scaricarla e compensare, specie al giorno d’oggi, una routine troppo sedentaria. Se però subentra anche lo stress, le risorse si ampliano e vanno dal più elementare yoga al training autogeno o dalle sedute olistiche al trattamento professionale di psicologi e psichiatri, dei quali abbondiamo alquanto. E tutto allo scopo di evitare la somatizzazione e di fornire al nostro corpo nel suo complesso fisico e mentale quell’energia che lo rimetta in carreggiata. Per lo spirito il percorso e le esigenze non sono tanto diversi: cali di tensione e crisi entrano nell’ordine del giorno senza che ce ne rendiamo quasi conto, anzi, spesso succede esattamente il contrario che per il corpo e cioè la calma piatta, frutto dell’abitudine, lo addormenta, vanificando così tutti i benefici che solo la sua vivacità produce. Il particolare che il benessere spirituale e quello fisico vadano di pari passo non è secondario. Oggi la scienza ha compiuto dei grandi passi avanti nella dimostrazione che la loro interazione li aiuta a sostenersi reciprocamente, anche in presenza di malattie importanti. Tuttavia, già San Paolo ci esortava a camminare “secondo lo Spirito”, sostenendo che la legge della carne ci rende prigionieri, mentre quella dello Spirito ci libera. Vale la pena di rileggersi entrambe le sue letture di oggi, quella della veglia e quella della Messa del giorno, per trarne parecchi spunti di riflessione. La solennità della Pentecoste ci ripropone tutta la forza rigeneratrice dello Spirito Santo, che è in noi, con tutti i doni di cui è portatore e che la Sequenza così bene riassume. Sono doni che non vanno conservati in salamoia, ma usati continuamente, proprio perché influiscono positivamente sull’equilibrio della nostra vita, su come la spendiamo e non solo per noi stessi, ma anche nel rapporto con gli altri. Scorriamone il testo ancora una volta e scopriremo la carica che ci dà, qui e in prospettiva della vita eterna. Una prospettiva che ci rende più stabili, che ci inquadra i problemi in un’ottica giusta, che ci garantisce che stiamo “già” vivendo l’eternità anche se “non ancora” in senso compiuto. Che la rigenerazione dello Spirito operi in tutti noi.

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web