Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

La Fede vince la paura

Inserito il 20 Marzo 2019 alle ore 18:20 da Don Gianni Antoniazzi

C’è chi sostiene che da duemila anni la Chiesa, con l’Inferno, soffochi i credenti nella paura
In verità nel Vangelo si trova esattamente il contrario: Gesù Cristo ci libera da ogni timore

La paura che ci allontana dai pericoli è preziosa. Essa infatti è figlia della ragione e della prudenza. Purtroppo, un mondo erudito come il nostro rischia addirittura di bloccarsi per lo spavento e su questo sentimento giocano alcuni poteri. In effetti anche il corpo ascolta la paura: diventa bianco, trema, produce adrenalina, scappa o si difende. Spesso l’uomo si paralizza e si allontana dalla strada prevista. Ci sono fobie superficiali: ragni, serpenti e topi; vertigini, spazi chiusi o aperti; il buio, il sangue e altre ancora. Esistono però paure profonde: del dolore e dell’ignoto, col volto dello sconosciuto o quello della morte. Mentre i politici giocano su questi temi, il Vangelo rafforza sempre la sicurezza. C’è, per esempio, l’episodio della tempesta sedata, quando i discepoli, paralizzati per la furia delle acque, scivolano in un atteggiamento pagano e chiedono al Maestro: “Non ti importa che moriamo?”. Gesù guarisce il loro timore offrendo una certezza: accanto all’uomo c’è Colui che placa la tempesta. Con Lui anche l’angoscia della morte si apre alla speranza di una vita nuova. E se non non arrivasse il miracolo della guarigione, allora ce n’è uno più grande ancora: il dono di varcare la soglia del tempo.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web