Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Di nuovo a Messa

Scritto il 14 Maggio 2020 02:40 da Don Gianni Antoniazzi

La “Messa” non è un rito, una recita, una sceneggiata. Per chi ha fede si tratta dell’incontro vero e personale col Signore Gesù. Per questo incontro val la pena mettersi in gioco e uscire dalle proprie case.

A Dio piacendo, a partire da lunedì sera, 18 maggio, tutti potranno tornare in chiesa per la Celebrazione della S. Messa. Nelle pagine interne di lettera aperta daremo alcune indicazioni concrete. Ma in questo articolo ricordiamo qualche punto fermo.

Il filosofo francese Marcel Gauchet sostiene che ogni religione si fonda su una liturgia, un credo e una morale. Secondo questa mentalità, sembra che siamo preoccupati di tornare a fare una cerimonia, ripetendo il nostro credo per tenere buona la divinità. Che miseria.

Il Vangelo però non propone una religione ma la fede, cioè un incontro personale con Gesù, nostro Redentore. La notte in cui fu tradito, Egli ci ha lasciato la sua Pasqua: chi ha fede, vede nel pane spezzato e nel vino versato la sua morte e risurrezione.

La Messa non è recita. È unione al Signore che si dona per la salvezza dell’uomo. E usciti di chiesa si lavora per la salvezza dei fratelli. Per questo è importante vincere la diffidenza, lasciare la propria abitazione e, col rispetto di tutte le norme, tornare a celebrare l’Eucaristia, insieme.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web