Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Un dono da offrire a Natale

Inserito il 10 Dicembre 2020 alle ore 10:35 da Don Gianni Antoniazzi

È più bello dare che ricevere. Sosteniamo l’iniziativa dal nome “Scatole di Natale”. L’idea nata a casa nostra si sta diffondendo in Italia. La parrocchia mette gli spazi e aggiunge un buono spesa per ogni pacco regalo

Cari amici, c’è un’iniziativa intelligente che potremmo sostenere. Riguarda i regali di Natale. Ricevere un dono è bello, ma, credetemi, è ancor più bello farne uno (per piacere guardate questo video).

Stiamo attraversando un periodo faticoso e non tutti possono permettersi di portare un dono alle persone più care.

Ecco una proposta: chi può potrebbe preparare una scatola da scarpe con del contenuto a sorpresa. Anzitutto decida se è destinata a un uomo, a una donna, a un bambino o a una bambina. Poi, nella scatola dovrà sistemare i doni che ha pensato, lasciandosi aiutare magari dalla lista riportata di seguito, oltre che a pagina 2 di lettera aperta di questa settimana.

Sarebbe importante ricordarsi di inserire un biglietto di auguri, scritto a mano. Alla fine, chiusa la scatola, componga il regalo con carta e fiocco e, in un angolo, indichi se il destinatario è uomo – donna – bambino/a. È importante usare le normali precauzioni sanitarie indicate dalla legge.

Noi potremmo raccogliere i doni, sistemarli nell’ex Bottega solidale, e, dal 20 al 24, distribuire le scatole a chiunque chiedesse il dono. Se la scatola fosse aperta, ci impegniamo a metterci dentro un ulteriore buono spesa. Chi prende il dono potrebbe offrirlo a sua volta a qualche persona cara. Che ne dite?

Siccome, per esperienza, in streaming si fa fatica a prendere decisioni riunendo il Consiglio pastorale, sentito il parere delle persone che frequentano abitualmente la parrocchia, lancio l’idea e, chi vuole, collabori. Ne daremo resoconto alla fine.

don Gianni

(da lettera aperta)

Dono di Natale in concreto

Spieghiamo concretamente come realizzare la proposta.
“Scatole di Natale” è un’iniziativa solidale che si sta allargando a tutta Italia per donare un momento di gioia e di leggerezza a persone in difficoltà. L’iniziativa è nata proprio nella nostra città grazie all’intraprendenza di Tommaso Castiglione, dell’A.S.D. Basket Gazzera, e Laura Gasparini di Caritas Italiana.

Come funziona il progetto? Prendi una semplice scatola da scarpe e mettici dentro:

  • 1 cosa che tenga caldo (guanti, sciarpa, scaldacollo, calzini, cappellino, maglione, coperta ecc.)
  • 1 cosa golosa (caramelle, cioccolata, mandorlato ecc)
  • 1 passatempo (libro, rivista, sudoku, matite colorate ecc.)
  • 1 prodotto di bellezza (deodorante, lamette e dopobarba, crema idratante, bagno schiuma, profumo ecc.)
  • 1 biglietto con parole gentili

Per esempio la scatola Uomo/Donna potrà contenere: la COSA CALDA e il PASSATEMPO, anche “usati”, ma devono essere in buono stato e possibilmente igienizzati; la COSA GOLOSA, cibo non deperibile, in confezione integra; il PRODOTTO di BELLEZZA, la confezione deve essere integra e completa; il BIGLIETTO GENTILE sarà infine ciò che scalderà più il cuore di chi aprirà la scatola.

Altro esempio per la scatola Bimbo/a: la COSA CALDA e il PASSATEMPO possono essere “usati”, ma in buono stato, puliti e possibilmente igienizzati; la COSA GOLOSA, dolciumi o caramelle sarebbero sicuramente apprezzatissimi (non deperibili e in confezione integra); il PRODOTTO di BELLEZZA, un dentifricio o uno spazzolino per bambini, un orologio, dei gioiellini per bambini ecc. (tutto integro e in buono stato e possibilmente igienizzati); il BIGLIETTO GENTILE potrà essere accompagnato da un disegno fatto dal vostro bambino, con un giocattolo integro e completo, un libretto di racconti per bambini ecc.

Quando hai raccolto tutto incarta la scatola, se ti fa piacere decorala e scrivi in un angolo a chi è destinato il dono: donna, uomo o bambino/a (aggiungere fascia età). Le scatole devono restare in qualche modo apribili per facilitare un eventuale controllo da parte delle autorità preposte. Il pacco può essere consegnato in canonica a Carpenedo e ritirato negli spazi dell’ex bottega solidale dal 20 al 24 dicembre.

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web