Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Deserto: fragilità e forza

Inserito il 17 Febbraio 2021 alle ore 19:02 da Don Gianni Antoniazzi

Il 17 febbraio inizia la Quaresima. Da tempo l’emergenza sanitaria ci impone sacrifici quotidiani. Il Signore non chiede altre rinunce ma di dare senso a quello che già facciamo senza perdere la speranza per il futuro

Viviamo in mezzo a fragilità quotidiane: c’è la malattia, la mancanza di lavoro, l’isolamento e la necessità di re-inventarsi il futuro. Qualcuno preferisce scappare dalle debolezze e finge di essere forte. La Quaresima, però, ci mette di fronte alla realtà, ci chiede di essere sinceri, di non chiuderci a riccio, di dare un senso alle fragilità. Ne usciremo arricchiti.

Ricordiamo l’esperienza di Israele: lasciata la schiavitù d’Egitto, per 40 anni il popolo attraversa il deserto. Ha sofferto le privazioni ma, accompagnato da Dio, è diventato forte ed è entrato nella terra promessa. Gesù stesso, nei 40 giorni di deserto, ha trovato l’energia per affrontare la vita pubblica fino alla Pasqua.

Il periodo che stiamo attraversando è il nostro deserto. La Quaresima ci domanda di viverlo in compagnia col Padre. “Fragile” viene dal latino “frangere”, rompere. È vero: le esperienze faticose possono romperci. Tuttavia, se lasciamo spazio alla mano di Dio, queste prove ci renderanno più robusti: sapremo affrontare problemi nuovi, impareremo a condividere le emozioni, daremo ali alla speranza, si interromperà la catena delle cadute.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web