Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Buona Pasqua di resurrezione!

Inserito il 4 Aprile 2021 alle ore 10:00 da Plinio Borghi

Canta il gallo per la prima volta
e tu, Pietro, lo senti bene,
oh se lo senti! Te l’aveva ben detto
il Maestro che non ce l’avresti fatta!
Rinnegato, l’hai già rinnegato,

tremante alle parole d’una serva
impotente. Paura. Ma come?
Proprio tu, così focoso
da azzardar di brandir la spada
e render perciò famoso
Malco, uno degli anonimi servi
del sommo sacerdote,
recidendogli l’orecchio. Proprio tu,
che dicevi con forza che saresti
morto con Lui! È ovvio, millantavi.
Mi son familiari le tue debolezze!
Mi ritrovo nelle tue titubanze:
avrei saputo io agir diversamente,
pur con tutto l’amore
che sentivo d’avere in cuore?
La situazione incalzava, stava
precipitando, forse… si poteva
rimediare, c’era ancora posto per
un po’ di solidarietà col tuo Gesù.
La carenza di coraggio
ti ha indotto a ripeterti
e per ben due volte appunto.
Tardi hai realizzato
che il nostro Maestro tutto previde,
e che andava a morire
anche per regalarti misericordia.
E ti sei messo a piangere,
amaramente, quando
cantò il gallo per la seconda volta.

Corri Pietro, corri al sepolcro!
Le donne t’hanno raccontato
che il tuo Gesù è risorto
così, come aveva detto.
Serpeggiava sconforto
fra voi, pavidi apostoli,
mentre loro a curarne il corpo
s’apprestavano amorevolmente.
Sulla pietra rotolata sfolgorante
l’angelo le rassicurò: è risorto!
Ma tu, irruento come sempre,
vuoi verificare. Corri Pietro,
Giovanni, più giovane, va veloce,
ma non ti precede:
ti lascia il passo e tu vedi
bende piegate in sepolcro vuoto.
Il Cristo è veramente risorto!
Anche i due delusi di Emmaus
sono precipitosamente tornati
sui loro passi, trafelati
dopo averlo riconosciuto solo
all’atto di spezzare il pane.
Ma non era forse pieno d’ardore,
mentre parlava, il loro cuore?

Oh come vorrei anch’io provare
un’emozione come quella
nell’ascoltare la lieta novella!
Dove ha detto che v’aspettava?
In Galilea! Corri Pietro! Correte,
tutti. È la buona occasione
per far festa con emozione,
per sentire che ha ancora senso
augurare in modo intenso
Buona Pasqua di resurrezione!

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web