Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Perché (r)esiste ancora una regina?

Inserito il 14 Settembre 2022 alle ore 18:16 da Don Gianni Antoniazzi

La morte di Elisabetta ha provocato reazioni in Inghilterra e nel mondo intero. La notizia ha monopolizzato l’attenzione su tutti i media e sui social ovunque. Alcuni, però, si interrogano sul senso della monarchia.

Mentre i media e i social invadono i nostri spazi con le notizie sulla morte della regina Elisabetta II, i più giovani si interrogano sul senso della monarchia. In particolare, due ragazzi delle medie mi hanno chiesto la ragione di un governo condotto da un monarca. Si tratta di un argomento complesso.

Pensate che in Europa le monarchie sono ancora 12, e cioè: 7 “regni” (Danimarca, Norvegia, Svezia, Regno Unito, Spagna, Paesi Bassi e Belgio), 3 “principati” (Andorra, Liechtenstein e Monaco), e un “granducato”, il Lussemburgo. Pardon: ci sarebbe anche lo Stato del Vaticano, retto secondo criteri analoghi dal papa.

Perché però tanto legame con la regina d’Inghilterra mentre, per esempio, in Italia la questione monarchica è da tempo archiviata? Le ragioni sono molteplici e basta sfogliare Internet per capire. Qui bisogna sottolineare un fatto che qualcuno giudicherà marginale: durante la seconda guerra mondiale i regnanti d’Inghilterra sono rimasti al loro posto, incoraggiando sempre il popolo. Al rovescio, in Italia i monarchi han cercato la propria sicurezza.

Ecco: chi resta vicino anche nella “cattiva sorte” e aiuta le persone in difficoltà raccoglie affetto e riconoscenza. Gli altri (anche i partiti democratici) solo solitudine.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web