Il blog di Carpenedo

Il blog di Carpenedo
La vita della Comunità parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio di Carpenedo

Il bue che dice cornuto all’asino

Inserito il 12 Ottobre 2022 alle ore 20:24 da Don Gianni Antoniazzi

Il titolo è pensato per chi, dall’estero, si permette di contestare il recente risultato elettorale italiano dimenticando la propria storia. Nel linguaggio clericale si direbbe: “Senti da che pulpito vien la predica”.

Alcuni francesi sono preoccupati per il risultato elettorale in Italia ed Élisabeth Borne, ministra per gli Affari europei, ha dichiarato che “vigilerà” sul nostro Paese perché siano garantiti “libertà, diritti umani, e aborto”. Il presidente Mattarella ha già risposto che l’Italia sa badare a sé stessa. Mario Draghi ha usato termini diplomatici, ma nessuna scusa è giunta da Borne.

La ministra in questione ricorda la storia francese? L’illuminismo ha acclamato principi di “libertà, uguaglianza e fraternità” ma subito dopo la rivoluzione ha instaurato terrore e dittatura. Nelle colonie la Francia non ha certo esportato i principi dell’Illuminismo: un giovane del Mali, col quale ho pranzato per mesi, mi ha confidato la disperazione della sua terra. La Francia ha sperimentato la bomba nucleare in Algeria (Reggane), incurante della salute dei residenti. Stessa cosa hanno fatto per 30 anni nell’atollo di Mururoa. La lista sarebbe lunga.

Altri Stati han fatto di peggio ma almeno non condannano l’Italia per l’esito elettorale. Così, la nota ministra somiglia al bue che dice cornuto all’asino (ben inteso che il primo ha le corna mentre il secondo è soltanto scemetto).

Tutto questo per dire anche una parola a noi cristiani. Impariamo a non condannare chi sembra lontano dal Vangelo: ne abbiamo combinate anche noi a sufficienza per farci vergognare davanti a Cristo Signore.

don Gianni

Lascia una replica

 Nome

 Mail (non viene resa nota)

 Sito web